Carbonia IeriLa città di Carbonia, inaugurata il 18 dicembre 1938, nacque a bocca di miniera per ospitare le migliaia di uomini e donne che dovevano lavorarvi. Il disegno del piano urbanistico mostra come città e miniera siano state concepite come un’unità di relazioni urbane, produttive e sociali. Dal punto di vista architettonico è caratterizzata dai tipici elementi della città fascista. Al centro si trova la Piazza Roma intorno alla quale sorgono i principali edifici civici: la Torre Littoria (alta 27.5 m ed oggi Torre Civica) completamente rivestita in pietra, il Municipio con dei piccoli portici, la Chiesa di San Ponziano patrono della città, il Dopolavoro, il Cinema-Teatro e due grandi fontane. La Chiesa è in stile romanico-moderno, costruita nella parte inferiore con granito di Teulada e per il resto in trachite. Sono adiacenti la Canonica e il Campanile alto 46 metri, riproduzione in piccolo di quello della città di Aquileia. Dal centro, seguendo un disegno estremamente ordinato e preciso, si diramano le strade che portano alle abitazioni dei dirigenti, degli impiegati e infine degli operai. Data la sua struttura caratteristica, Carbonia intende oggi proporsi come città-museo dell’architettura moderna.


Carbonia oggiOggi Carbonia conserva l’impronta di città mineraria, ma la sua composizione economico-sociale è fortemente cambiata. Nel tentativo di ripresa dalla crisi del settore industriale, in particolare del polo di Portovesme, è cresciuto il settore terziario; la città ha sviluppato i servizi al territorio, aprendo nuove prospettive per rispondere alle esigenze di sviluppo, e porta avanti i progetti di recupero e valorizzazione delle risorse culturali e di riqualificazione urbana. Nel 2005 Carbonia è diventata capoluogo di provincia insieme alla città di Iglesias (Provincia di Carbonia-Iglesias, ora in fase di abolizione) e, di conseguenza, centro di coordinamento ed erogazione dei principali servizi al cittadino per l’area di competenza. I servizi commerciali rendono la città un punto di riferimento per i consumatori residenti nel Sulcis e i turisti del Sud Ovest della Sardegna. Dal punto di vista dell’attività culturale, il Teatro Centrale, l’Arena Mirastelle, l’Anfiteatro di P.zza Marmilla, l’Anfiteatro di Monte Sirai, la stessa Piazza Roma recentemente ristrutturata ospitano manifestazioni, rappresentazioni, spettacoli sempre più frequenti.

 

Sito web: http://www.comune.carbonia.ci.it/urbiportal/home.html

Condividi questo post

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su Twitter
Follow